Live in NYC

Queste fotografie non sono chiaramente scattate in uno studio, ma l'ambiente è comunque predisposto, come il telo dal colore uniforme che si srotola ancora oggi alle spalle dei soggetti prima dello scatto. I passanti vengono fermati e ritratti. La realtà è quella di una fotografia, la finzione è quella della costruzione che pone il personaggio all'interno di una sovrapposizione di immagini.

Quello che poi è accaduto è certamente casuale, le figure spariscono in un'immagine senza soggetto. Cosa guardare? Questo lavoro è un assaggio di ciò che accade nell'interazione tra immagini e persone oggi, con la memoria che va al libro New york: Arte e Persone dove la città, l'arte e le persone si alternano come soggetti del guardare. 

Non è una tecnica, non c'è astratto o figurativo, bianco e nero o colore,quello che emerge è la ricerca di quel modo di vivere il luogo nel rapporto con chi crea immagini e opere, che sempre sta alla civiltà e alla sua capacità di ascolto e dialogo, rendere più di un foglio lavorato dall'artista e trattenerlo come proprio valore culturale a rappresentarli.

Non c'è il soggetto, ma l'intento.
e-max.it: your social media marketing partner